Introduzione

La sezione Scuola e formazione degli insegnanti raccoglie l’eredità del nucleo originario del primo centro CQIA (Centro per la Qualità dell'Insegnamento e dell'Apprendimento) istituito fin dal 2005, ponendosi l’obiettivo di progettare, coordinare e organizzare le attività di studio, formazione e ricerca che riguardano le istituzioni scolastiche e formative di ogni ordine e grado. 
 

  1. Formazione iniziale degli insegnanti

Particolarmente importanti in quest’ambito sono le attività di sostegno didattico agli studenti con disabilità e le attività di formazione rivolte agli insegnanti del primo e del secondo ciclo di istruzione, quali ad esempio i nuovi percorsi universitari di formazione iniziale degli insegnanti per la scuola secondaria di primo e secondo grado di cui al DPCM del 4 agosto 2023. In questo contesto, all’interno del CQIIA, l'Università degli studi di Bergamo ha costituito, in convenzione con l'Università degli Studi di Brescia, il Centro interateneo per la Formazione iniziale degli Insegnanti (CE.F.I.).

 

  1. Formazione continua degli insegnanti

In secondo luogo, la sezione Scuola e formazione degli insegnanti promuove, su propria iniziativa e/o su committenza di soggetti istituzionali e privati del territorio, percorsi di formazione continua e aggiornamento professionale rivolti a docenti, dirigenti scolastici ed educatori. I percorsi possono essere disegnati a partire dalle specifiche esigenze formative espresse dalle istituzioni scolastiche richiedenti (singole o in rete).

 

  1. Attività di studio e ricerca

Infine, in questi stessi ambiti di interesse, oltre all’organizzazione di seminari e convegni, si promuovono attività di studio e ricerca, anche con finalità di monitoraggio e valutazione dei processi di innovazione didattica e di riforma a livello internazionale, nazionale e regionale.

In sinergia con la sezione Scuola e formazione degli insegnanti operano il laboratorio di formazione e ricerca IperDEA, dedicato ai temi dell’Inclusione, della Disabilità, dell'Empowerment e dell'Accessibilità, il laboratorio MatNet per la didattica della matematica e le sue applicazioni, nonché l’archivio storico-didattico Memorie dell'educazione.

 

EVENTI E ATTIVITÀ

L’incontro intende presentare la proposta formativa del CE.F.I, costituito nei mesi scorsi dalle Università degli studi di Bergamo e di Brescia, muovendo dalla consapevolezza che solo garantendo un’adeguata formazione iniziale dei futuri insegnanti delle scuole italiane è possibile promuovere un'istruzione di qualità.

 

Scopri di più

Partendo da costrutti teorici, intuizioni epistemologiche, specifiche traiettorie storiche e ricerche empiriche, l'ATEE Spring Conference 2024 di Bergamo | Teacher education research in Europe: trends, challenges, practices and perspectives si propone di discutere l'attuale e potenziale rilancio della ricerca e delle pratiche di formazione degli insegnanti, esaminando gli sviluppi passati e considerando anche le sfide future. In particolare, la Conferenza si concentrerà sul ruolo della ricerca e della pratica degli insegnanti nel fornire opportunità per processi di insegnamento/apprendimento sostenibili, pacifici ed equi che riconoscano il concetto di pluralismo, diversità e differenziazione, al fine di progettare politiche educative innovative in questo ambito.

Durante i quattro giorni di conferenza saranno affrontati temi che tratteranno: la prospettiva pedagogica in tempi incerti; la formazione e il ruolo degli insegnanti; le sfide dell'insegnamento, dell'apprendimento e dello sviluppo professionale; il ruolo degli insegnanti nell'istruzione e formazione professionale; l’innovazione digitale e intelligenza artificiale (AI) ai fini didattici; l’inclusione nei processi di insegnamento, apprendimento e miglioramento della scuola.

Fra i relatori dell’evento, in qualità di Keynote speakers, interverranno ospiti prestigiosi: il prof. David Steiner (Johns Hopkins University, USA), la prof.ssa Maria Teresa Tatto (Arizona State University, USA) e la prof.ssa Cecilia Azorín (Universidad de Murcia, Spagna).

Oltre ai momenti di presentazione e discussione, l’evento ospiterà: un workshop dedicato al SuperRED APPROACH (un approccio volto a sostenere l'apprendimento autoregolato nella formazione digitale e a distanza), un’esibizione musicale, un tour di città alta e la presentazione di un libro.

Al fine di promuovere la più ampia diffusione dell'iniziativa coinvolgendo ulteriori reti, associazioni scientifiche di riconosciuto prestigio sia nazionale che internazionale, l’evento si avvale dell’affiancamento di diversi partner tra cui rientrano: le maggiori associazioni pedagogiche italiane; associazioni internazionali di formazione di docenti ed educatori; Enti nazionali e territoriali, come INVALSI e l’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo.

Per maggiori informazioni, visita il sito dedicato: ATEE Spring Conference 2024 Bergamo.

Due nuovi incontri del ciclo di seminari: Scuola e Università. Tra crisi di legittimazione e nuove diseguaglianze organizzati dal CQIIA (Centro per la Qualità dell'Insegnamento, dell'Innovazione didattica e dell'Apprendimento).

Nel corso del primo seminario, dal titolo "Porte aperte o numero chiuso? Politiche di iscrizione e attrattività dei corsi di laurea universitari", il Prof. Massimiliano Bratti - Università degli Studi di Milano, Milan Higher Education Observatory - ci guiderà attraverso una riflessione sulle sfide che le università italiane stanno affrontando in un contesto di cambiamento demografico e di concorrenza per attrarre studenti.

Durante il secondo, dal titolo "Il Fascismo e i maestri", il Prof. Giorgio Chiosso - ’Università degli Studi di Torino - offrirà una prospettiva critica  sull'impegno del fascismo di plasmare l'«uomo nuovo» attraverso l'educazione, mettendo in luce il ruolo centrale attribuito alla scuola nel progetto di regime.

 

Scopri di più

L’8 marzo 2024 l’Università degli studi di Bergamo invita studentesse e studenti delle scuole superiori e docenti delle scuole di ogni ordine e grado alla seconda edizione di UniBgirls & STEM, evento di sensibilizzazione al tema del divario di genere nell’ambito delle STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) e alla scelta di percorsi di studio tecnico-scientifici.

L’iniziativa di orientamento e formazione, nata per avvicinare le ragazze alle discipline STEM contribuendo a scardinare alcuni pregiudizi e stereotipi di genere che ancora oggi le possono condizionare nella scelta del percorso di studi, è promossa dal CQIIA (Centro per la Qualità dell’Insegnamento, dell’Innovazione didattica e dell’Apprendimento) e dai Dipartimenti di Ingegneria e Scienze Applicate e Scienze Economiche, con la partnership di Confindustria Bergamo e la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo, Bergamo Scienza e MatNet.

 

Scopri di più

Durante l’incontro, il prof. Daniele Checchi presenterà le principali somiglianze e differenze che caratterizzano i sistemi educativi dei paesi europei, evidenziando in che posizione si colloca la scuola italiana nel panorama europeo in termini di qualità e performance, e quali sono i fattori più rilevanti nel determinare la transizione scuola-università e il raggiungimento di un elevato livello di istruzione. 

 

Scopri di più